borse · creazioni · cucito

Il prototipo: ossia storia famigliare di tradimenti, menzogne, silenzi

Mia madre ha dei problemi ai piedi, questioni croniche non gravi, ma trova scomodo il 70% delle scarpe, e si trova bene con le ciabattone plasticose.

Finora ha sempre usato quelle prese al supermercato, di sottomarca. Visto che sabato scorso era il suo compleanno ho deciso di regalargliene un paio di vere, di quelle fichissime e costosissime e coloratissime e originalissime. Ho chiamato mio padre per chiedere conferma e lui ha deciso che se ne dovevano comprare due paia. Così è stato fatto.

Ordine su internet, ricezione del pacco da parte di mio padre mentre mia madre era (incredibile!) in bagno, consegna a casa mia da parte di mio padre, con la scusa di aggiornare l’app di “Vestap” (Whatsapp) sul suo telefono, tutto OK.

Salvo che le ciabattone plasticose non arrivano fornite di adeguato contenitore incartabile e infiocchettabile. Accidenti. Non avendo partecipato per questioni logistiche al workshop sul furoshiki mi sono chiesta come presentare adeguatamente il presente. Ho pensato a qualcosa di utile e contemporaneamente carino: una shopper costruita ad hoc, con decorazione altrettanto ad hoc.

DSCF0001

Una piccola matrioska, dipinta coi colori acrilici direttamente sulla stoffa. Si tratta di un prototipo, ci sono delle imperfezioni e la pittura è grossolana, ma insomma, fa la sua figura.

DSCF0002

DSCF0004

DSCF0003Perché c’è un fiocchetto dove non c’entra niente? Ovvio, copre una sbavatura di colore.

Mentre la dipingevo mi sono resa conto che finisco col regalare a mia madre sempre cose attinenti con le matrioske, e mi sono chiesta se a lei piacciano veramente o se sono io a essere convinta che le piacciono. Dovrò approfondire.

Non ho un garage e non ho un posto auto. Nella piazza sotto casa il sabato pomeriggio viene tenuto il mercato (e dalla prossima settimana ci saranno le giostre, accidenti), quindi, una volta trovato posto il venerdì sera, conviene non spostare la macchina se non in caso di vita e di morte. Per questo motivo sabato scorso mio fratello è passato a prendermi per andare dal fiorista e quindi a pranzo dai miei, e qui è saltata fuori tutta la storia.

Mio padre non è riuscito a tenere il segreto con mia madre per meno di una settimana.

La versione ufficiale è che mia madre aveva visto un paio di ciabattone, voleva comprarle e lui ha dovuto dissuaderla, confessando che gliene avevamo comprate due paia. La versione reale è che non riusciva a stare zitto, l’ha portata davanti alle ciabattone al supermercato e le ha fatto notare che quelle che avevamo preso erano su tutto un altro livello. Perché credo che sia andata così? Perché ci aveva già provato il sabato prima al mercato, mentre ero presente, e si era beccato una gomitata.

Mia madre non è riuscita a stare zitta quindi ha raccontato a mio fratello che mio padre aveva parlato.

Nemmeno mio fratello è stato zitto, e mi ha detto che mio padre aveva parlato con mia madre e che lei a sua volta aveva parlato con lui.

Io sono stata zitta. Finora.

Riassunto: alla consegna del regalo mia madre ha finto di non sapere di cosa si trattasse (per fortuna c’era la matrioska, almeno per quella non ha dovuto fingere); mio padre ha finto di non aver parlato con mia madre; mio fratello ha finto di non aver parlato con me; io ho finto di non sapere che tutti avevamo un segreto.

Mi aspetto che qualche canale televisivo da un momento all’altro mi offra i diritti per poter fare uno sceneggiato da questa storia.

 

Annunci

5 thoughts on “Il prototipo: ossia storia famigliare di tradimenti, menzogne, silenzi

  1. Ma la tua comunicazione familiare è una matrioska! 😀
    La pittura con acrilico è perfetta, macchè grossolana! Per essere un cotone non preparato con gesso o simili ti è venuta fin troppo precisa.

      1. Più lo diluisci più “spande” perchè viene assorbito dalla tela. Però esistono in commercio dei medium che ti permettono di usare gli acrilici (anche quelli più commerciali tipo i Polycolor della Maimeri) anche su stoffa senza problema. Poi una stirata su retro a ferro medio caldo ed una stirata sul dritto con in mezzo della carta da forno.
        http://www.perlinefimoandco.com/colori-per-tessuti/4147-medium-per-tessuto-2000000038117.html
        http://www.funlab.it/it/medium-stoffa.html
        http://it.opitec.com/opitec-web/articleNumber/574064/zz/cID/c3I6bWVkaXVtOQ==

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...