creazioni · cucito · punto croce

Tieni il segno

Adoro leggere, e adoro il mio Kindle.

Capita però che non tutto quello che vorrei leggere si trovi in formato digitale. In questi casi mi procuro il libro, lo copro con il cellophane trasparente (lo so, lo so, ossessiva compulsiva), lo etichetto, quindi impazzisco per trovare un segnalibro. Ne ho tantissimi, di tutte le forme e i colori, ma non li trovo mai quando mi servono. E va a finire che infilo nel libro uno scontrino, quando va bene, o un pezzo di carta igienica, quando la situazione è disperata.

Tutto questo mi è successo di recente, e, quasi contemporaneamente, mi sono capitati in mano un pezzo di tela Aida stretto e lungo e del filo sfumato ereditato anni fa da mia madre (era in un contenitore di vetro, che qualcuno, in fase esplorativa, ha fatto cadere da un mobile).

La scelta su cosa fare è stata semplice: segnalibri.

Anche la scelta del disegno è stata semplice, volevo qualcosa di classico e di un unico colore.

Usare il filo sfumato, finché non ho capito il trucco, è stato meno semplice.

Col punto croce di solito si lavora in questo modo: si fa una riga in un senso (io vado da sinistra a destra, non so gli altri), mezza crocetta alla volta, quindi si fa la stessa riga nel senso opposto, si scende alla riga successiva e si procede. In questo modo il filato ha un’inclinazione unica, e reagisce alla luce allo stesso modo, ovunque di guardi sul lavoro finito.

Col filo sfumato, a meno che non si voglia ottenere un effetto caotico, questo non si può fare: la gradazione di colore cambia lungo il filo, al ritorno il colore è più scuro o più chiaro di quello all’andata. E questo non va bene.

La soluzione consiste nel tagliare gugliate della stessa lunghezza e più o meno rientranti nello stesso gioco di sfumature (con le matassine Mouliné la faccenda è abbastanza semplice, in ogni gugliata ci sono sei fili, per ricamare se ne usano due per volta), partire dall’alto con una di esse, e, una volta finito, partire dal basso per il giro di ritorno con un’altra, con le sfumature al contrario.

Fatto questo si può decidere se ripartire con la stessa sfumatura (non si può assolutamente, tagliare una gugliata che possa essere usata per tutto il segnalibro, il filo si arrotola su se stesso, se non si è fortunati si formano nodi, in ogni caso perde sostanza e si ottiene un effetto schifoso), faccio un esempio, da chiaro a scuro e quindi da scuro a chiaro e via così, oppure se staccare nettamente e ricominciare con la sfumatura di partenza, da chiaro a scuro e da chiaro a scuro di nuovo.

Io sono per la stessa sfumatura.

Dopo la lezioncina petulante sul punto croce, eccoli qui, due segnalibri sfumati, e un segnalibro in tinta unita, facili da lavare, facili da usare. Se non si vuole non serve nemmeno stirarli.

20131013_05_Collage

20131013_08_Collage

20131013_11_CollageTrovate i segnalibri su Blomming!

Advertisements

3 thoughts on “Tieni il segno

  1. Mi è venuto mal di testa con questa storia delle gugliate (ma non erano dei pesci???), i fili, le andate ed i ritorni… E’ incredibile quanto know how sia necessario per realizzare una cosa del genere! E così piccola!! Un amanuense del filato…
    Ed un porta Kindle con copertina a punto croce? Magari con Ex.libris del proprietario!
    La storia del cellophane è un filino inquietante, sopratutto se poi usi gli scontrini!
    :*****

    1. Sono andata a controllare per essere sicura di aver usato la parola giusta! 😀
      Ho un sacco di idee di cose da fare, e pochissimo tempo per farle (stranamente vengo colta da ispirazioni improvvise quando sono in ufficio, poi quando arrivo a casa tra gatti, roba da stirare, cena da preparare, piatti da lavare, mi passa la voglia di fare).
      Gli scontrini sono il male minore, il pezzo di scottex o di carta igienica il peggiore 😉
      Però, ecco, i libri senza cellophane sopra sono tristi, nudi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...