ricette

Bewareofcat sperimenta per voi

Pare vada di moda, nei blog che parlano di cibo e non solo, provare qualche prodotto e poi parlarne.

Non è questo il caso.

Siore e siori, non si sperimentano cose pronte, si sperimentano ricette, non si fa pubblicità, si lavano i panni sporchi dei propri errori culinari in piazza.

Tempo fa, su Pinterest, avevo trovato questa torta, che mi aveva ispirata. Purtroppo all’epoca le temperature esterne (e quelle dentro casa) non consentivano l’esperimento, ora che siamo in settembre (finalmente) e l’estate comincia a essere un incubo che prima o poi sbiadirà dai ricordi (tanto che l’anno prossimo ci stupiremo, di nuovo, di quanto caldo fa e diremo “non ricordo quando abbia fatto così caldo”), finalmente si può provare.

Prima della ricetta, le somme e i consigli. Partiamo dal consiglio, unico: se non vi piace il cocco, non fatela.

Le somme: questa torta non mi ha fatto impazzire (se devo scegliere tra una fetta di torta e un pezzo di pane fresco io scelgo il pane fresco senza nemmeno pensarci), ma mio padre, a cui l’ho sbolognata dopo averla assaggiata, ha detto: “Non è male, se ti capita di rifarla portamela”.

A chi si chiede: se non ti piacciono le torte perché l’hai fatta? Perché ci sono momenti, nella vita di una donna, in cui si sente la necessità di qualcosa di dolce, e purtroppo non si trova nemmeno una briciola di cibo spazzatura in dispensa.

Ecco la ricetta (tradotta):

  • 4 uova;
  • 500 ml di latte;
  • 90 g di farina di cocco;
  • 1 cucchiaino di noce moscata;
  • 1 cucchiaino di vanillina;
  • 65 g di farina;
  • 120 g di burro (io ho usato olio di cocco);
  • 150 g di zucchero (io ne ho messo molto meno, e la prossima volta ne metterò ancora meno);
  • sale (non è previsto dalla ricetta originale ma credetemi, ci vuole)

Procedimento semplicissimo: si mescola il tutto (tranne la noce moscata), si mette in una tortiera imburrata e passata col pan grattato, si spolvera con la noce moscata e si ficca in forno preriscaldato a 180°C, per 45 minuti circa. La prossima volta, oltre a mettere meno zucchero, proverò a montare gli albumi a neve (e ci aggiungerò del cacao, credo).

20130903

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...