foto · racconti di vita · ricordi

Vintage

Ieri a casa dei miei ho ritrovato un vecchio album di foto mangiucchiato dalla gatta piccola. Ho deciso di portarmelo via e di salvare le foto, che con gli anni ingialliscono, macchiano e scoloriscono. Qualcuna di esse ha già assunto quella tipica tonalità degli anni ’70-’80.

Dal progetto di salvataggio a quello di condivisione il passo è breve. Non procederò in ordine cronologico, l’album è stato manipolato col tempo e contiene anche foto sfuse, ma pubblicherò quelle che mi sembrano più significative.

Metà anni ’80, cane Tappo.

Sempre metà anni ’80, cane Tappo e gatta Birba (sì, come quella dei Puffi).

Qualche anno dopo, scatola di gatti, da sinistra a destra: Chicco, Billi, Pepe e Birba (Pepe è quello piccolo).

1980, nella FIAT 127 accessoriata come la Aston Martin di James Bond (notare i pulsanti non di serie a sinistra) con mio fratello quasi appena nato (è stato l’ultimo bambino piccolo che ho preso in braccio in vita mia).

Un paio di anni dopo.

Un paio di anni dopo ancora, mio fratello vestito da bambina mangia un panino, da notare i piedi completamente sproporzionati rispetto al resto del corpo, se fosse stato peloso e se avessi letto Tolkien alle elementari avrei pensato di avere un hobbit per casa.

Se dopo la pubblicazione di questa foto non sentiste notizie da parte mia per, diciamo, più di una settimana, indirizzate gli inquirenti da mio fratello, potrebbe essere lui il colpevole della mia dipartita.

Annunci

6 thoughts on “Vintage

  1. Mmhhaahahahahahaaaaaa!!! Sto ancora ridendo per l’Hobbit glabro!!! Non avendo a disposizione un fratello, costrinsi al travestitismo mio cugino piccolo (oggi avvocato) e anch’io dovrei avere da qualche parte foto del genere… solo che se le pubblico passo dei guai legali!!!!
    Comunque, nella prima foto – quella della 127 – tuo fratello già sapeva a cosa sarebbe andato incontro… si vede benissimo dalla faccia che fa.
    La scatola di gatti è meravigliosa. Miao.

    1. No, non è precognizione, quella era la sua faccia normale: mio fratello da piccolo era bruttissimo. Una leggenda metropolitana messa in giro da mia madre racconta che quando è nato era peloso come una scimmia, anzi, era uguale a una scimmia di peluche che avevamo a casa. E guarda caso io ho una foto di lui e della scimmia, si distinguono solo perché la scimmia era finita in lavatrice e la bocca aveva stinto sul muso 😉

  2. E uno di quei pulsanti apriva un varco nascosto nel bagagliaio facendo decollare dei mini missili. Tuo fratello vestito da bambina è abbastanza regolare, il fatto che sia stato ritratto impietosamente meno! 😀

  3. la foto con tappo&birba è da poster! tutta la mia solidarietà a tuo fratello, io ero la più piccola e mia sorella avrebbe voluto un fratellino… sono arrivata alle medie prima di poter far crescere i capelli (e visto che dicevano “corti che si rinforzano” i ho anche tagliati alla bambola) ahahaha

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...