gatto · pollice verde · racconti di vita

Reclusi

A causa di una fantomatica infiltrazione d’acqua nella cucina di quelli del piano di sotto da ieri ci sono degli operai che invadono la mia terrazza, fortunatamente passando dall’appartamento di fianco.

Questo implica che il gatto e io ci sentiamo dei reclusi (il gatto manifesta tutto il suo nervosismo mordendomi le caviglie mentre cammino, io sopportando sempre meno il cretino con cui condivido l’ufficio) e le piante si sentono trascurate.

Potrei uscire in terrazza, se volessi, l’ho fatto per controllare lo stato dei vegetali (scoprendo che qualcuno di buon cuore ha annaffiato il basilico), ma per farlo sono costretta a chiudere il gatto da qualche parte, e mi sento in colpa.

Nel frattempo, a causa di questa rottura (in senso figurato e letterale), ci stiamo perdendo la fioritura dei tulipani pappagallo, che ho fotografato in corsa poco fa. Spero che finiscano, o almeno ripristinino il divisorio fra le due terrazze per sabato, in modo da poter studiare e fotografare a fondo questi tulipani, poter spruzzare il gatto di antipulci (mannaggia al cane Tex) e fare un paio di lavatrici.

I mughetti intanto, bontà loro, sono sempre più mughettosi.

E sono riuscita a convincermi che quest’orrore di foto ha un che di impressionista.

Vado a raggiungere il gatto che per protesta si è nascosto sotto il piumino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...