racconti di vita

Il destino

Mentre qualche ora fa giacevo agonizzante sul divano in preda all’emicrania col gatto raggomitolato dietro le mie ginocchia, e mentre sostavo di fronte al water cercando di vomitare col gatto sulle spalle pensavo a come è strano il destino.

Nove mesi fa una signora è venuta a casa mia con un trasportino, dentro c’erano due micetti, praticamente uguali, che hanno cominciato a curiosare in giro per casa. La scelta non è stata facile, stavo quasi per prenderne uno dei due a caso, poi ho scelto quello che miagolava meno, visto che il gatto doveva essere clandestino e il più silenzioso possibile.

Cinque minuti dopo essere rimasti da soli eravamo innamorati.

Ora siamo sempre più innamorati e felici: passiamo gran parte del tempo a farci le coccole e a sbaciucchiarci, anche se ognuno di noi mantiene la sua indipendenza e se a volte abbiamo qualche momento buio o qualche incomprensione superiamo tutto.

Il futile pensiero in cui mi crogiolavo oggi, e nel quale mi sono crogiolata anche altre volte, è: se avessi fatto una scelta diversa come sarebbero andate le cose?

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...